• Regolamento di partecipazione al concorso: "Miglior Allievo di Enogastronomia-Cucina- 2016"

 

Art. 1 - ORGANIZZAZIONE E COORDINAMENTO

Il Concorso "Miglior Allievo di Enogastronomia-Cucina - 2016" è organizzato da Assoapi Formazione con Cea Italia – Circuito delle Eccellenze Alimentari Italiane, in collaborazione con l’IPSSOEA Manlio Rossi-Doria di Avellino e l’Associazione Cuochi Avellinesi.

 

Art. 2 – MOTIVAZIONI

La finalità di questa manifestazione è quella di creare momenti di confronto, di crescita e stimolare la creatività dei futuri cuochi. Il premio vuole essere un incentivo e uno sprone per tutti i partecipanti e nel contempo, promuovere e valorizzare il patrimonio enogastronomico e turistico della regione Campania. Inoltre la finalità della manifestazione è quella che CEA Italia ha tra i suoi fini istituzionali ossia la promozione delle eccellenze alimentari italiane nel mondo, nonché il trasferimento alle giovani generazioni delle conoscenze e competenze della grande tradizione culinaria italiana con particolare attenzione alla ricerca e all’innovazione.

 

Art. 3 - CANDIDATI

Il Concorso è riservato agli studenti degli Istituti Professionali Alberghieri della Campania che frequentano il V anno del corso di Enogastronomia settore cucina.

 

Art. 4- ADESIONE E PARTECIPAZIONE

Le domande di adesione dovranno essere indirizzate alla Segreteria Assoapi Formazione, tel. 06/32111376, fax 06/32506926 – e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro il giorno 8 aprile 2016 compilando il modulo di partecipazione allegato. Eventuali modifiche del programma, allegato, della manifestazione saranno comunicate a tutti i partecipanti con la massima tempestività.

 

Art. 5 – MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

L’allievo partecipante dovrà realizzare e presentare un piatto a tema libero. I partecipanti porteranno tutti gli ingredienti necessari per realizzare la ricetta. Il piatto dovrà essere preparato per sei persone, cinque per la giuria, uno per l’esposizione. I partecipanti avranno a disposizione quattro ore per la preparazione del piatto che avverrà all’interno delle cucine dopo il sorteggio di entrata. In cucina saranno presenti 2 commissari che vigileranno sulla corretta esecuzione delle ricette e sul rispetto del regolamento. E' assolutamente vietato l'ingresso, o anche la pura sosta davanti alle porte delle cucine. Così come, al fine di evitare spiacevoli contestazioni, il piatto dovrà essere realizzato interamente nella cucina, decorazioni comprese. Il mancato rispetto di queste ultime due norme comporterà una penalizzazione nel punteggio finale.

 

Art. 6 – INDIVIDUAZIONE DEI CANDIDATI

Ogni Istituto individua, secondo propri criteri, gli allievi ritenuti, per profitto scolastico e capacità, più idonei a rappresentarlo. I nominativi degli allievi candidati saranno proposti all’Assoapi Formazione entro il termine prefissato.

 

Art. 7 – GIURIA

La giuria, composta su indicazione dell’organizzazione da cinque componenti, esprimerà la valutazione in base ai principi dichiarati ed indicati dagli stessi organismi. Il giudizio della giuria sarà insindacabile. La giuria valuterà i piatti partecipanti attenendosi ai seguenti criteri: Difficoltà di preparazione e pulizia: punti 0 - 30 (corretta preparazione degli ingredienti, del materiale; pulizia durante la realizzazione del piatto; rispetto delle norme igieniche e quelle della dietetica). Presentazione del piatto: punti 0 - 30 (esatta porzionatura, disposizione e pulizia del piatto; assenza di guarnizioni artificiali e estetica dello stesso). Sapore dei piatti: punti 0 - 40 (il cibo deve mantenere il suo caratteristico sapore, i condimenti devono esaltare il gusto della pietanza). Il massimo punteggio raggiungibile sarà di 100 punti. Il punteggio conseguito da ogni partecipante corrisponderà alla somma dei voti totali espressi da ogni giurato, diviso per il numero degli stessi. Il primo parametro sarà valutato d'intesa con i commissari di cucina. Eventuali utensili particolari e tutte le attrezzature specifiche, compresi i piatti senza logo o marchio, dovranno essere portati dai partecipanti. Completata l’esecuzione, la postazione di lavoro utilizzata dovrà essere ripulita.

 

Art. 8 – SVOLGIMENTO DEL CONCORSO

La manifestazione si svolgerà nella giornata del 15 aprile 2016 ore 8.30. I prodotti alimentari occorrenti per la realizzazione del piatto dovranno essere portati dai partecipanti.

 

Art. 9 – DIRITTI RICETTE

I partecipanti alla manifestazione cedono ad Assoapi e all’Associazione Cuochi Avellinesi tutti i diritti concernenti le ricette, le fotografie e il materiale multimediale (cd, dvd, ecc.), anche per eventuali pubblicazioni, con l'impegno a citarne l'autore.

 

Art. 10 - MODALITA’ SVOLGIMENTO CONCORSO

Il tempo di preparazione del piatto è fissato in un massimo di 4 ore. Il momento di entrata verrà sorteggiato prima dell'inizio del concorso. L’accesso alle cucine avverrà con una frequenza di 5 minuti tra un concorrente e l’altro. Il presente regolamento dovrà essere rispettato dai partecipanti in tutte le sue norme. La domanda di iscrizione a tal fine è intesa come accettazione del presente regolamento e come liberatoria. I partecipanti che non osserveranno le indicazioni in esso contenute potranno essere sanzionati nel punteggio finale emesso dalla giuria. L'organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose o persone, e non risponde di perdite o rotture di eventuale materiale portato dai partecipanti.

 

Art. 11 – PREMI

Al primo classificato verrà conferito il titolo di "Miglior allievo di Enogastronomia-Cucina - 2016" e riceverà targa/attestato di merito, una borsa di studio di € 500,00, una borsa di studio che copre l’iscrizione al Corso Professionale di Cuoco di Assoapi. Al secondo e terzo classificato verrà consegnata una targa/attestato di merito ed una borsa di studio che copre l’iscrizione al Corso Professionale di Cuoco di Assoapi. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Art. 12 - FREQUENZA DEL CONCORSO

Il Concorso "Miglior allievo di Enogastronomia-Cucina - 2016" ha frequenza annuale e si svolgerà in forma itinerante presso gli Istituti Professionali Alberghieri d’Italia. Per il presente Concorso potranno essere introdotte “Norme di Applicazione Transitorie” a carattere straordinario, a cura del Responsabile Concorsi di Assoapi. 



 

Questo sito usa i cookies anche di terze parti per migliorare la tua navigazione e per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

      Maggiori dettagli