• Realizzare i sogni con AssoAPI: la testimonianza di Caterina Vitale

Caterina Vitale durante il suo stage

Roma, Ottobre 2013

È una giornata autunnale,  di quelle in cui il tempo t’induce a riflettere sulla tua vita, sul futuro. L’allora ventenne Caterina Vitale, stanca di fare la baby sitter, chiama in AssoAPI nella speranza di  trovare qualcuno che l’aiuti a realizzare il suo sogno: poter vivere della sua passione, la pasticceria.

Si affida a Carmen Vecchione, docente del corso di pasticceria AssoAPI e, pur di seguire il corso, s’impegna a svolgere due lavori: barista la mattina, baby sitter il pomeriggio. Al momento dello stage chiede alla nostra responsabile Angela Danieli, di poter apprendere il mestiere in un contesto valido, anche se questo  comporta qualche spostamento. Così Caterina, per tre mesi, ogni mattina da Salerno si sposta verso Cava De’ Tirreni per poter imparare dal maestro Luigi Liberti, della Pasticceria Liberti. 

Frolle e sfoglie, creme e mousse diventano il “dolce quotidiano”, ma la produzione è talmente vasta che Caterina si convince che, per realizzare il suo sogno, deve continuare a studiare. S’iscrive quindi al corso di gelateria curato da Salvo Leanza e dopo due mesi di studio intenso approda, per lo stage, al  laboratorio del maestro Angelo Napoli, oggi suo datore di lavoro. Sì, perché oggi Caterina, dopo due anni di formazione e 9 mesi di stage, dopo tanti sacrifici e rinunce, ha in parte realizzato il suo sogno: vive grazie al lavoro delle sue mani, della sua passione e un giorno spera di aprire un locale tutto suo.

È quindi a Caterina che rivolgiamo qualche domanda.

D: Come si svolge una giornata lavorativa tipo? Quali sono le tue mansioni, le tue responsabilità, le ore di lavoro?

C: Il lavoro si svolge in due momenti: la mattina alle 7.00, orario di apertura, siamo tutti impegnati sulla caffetteria, sorridenti e attenti a soddisfare le esigenze del cliente; intorno alle 11.00 raggiungo il maestro Napoli in laboratorio e iniziamo la produzione tenendo conto dei gusti più richiesti, dei possibili abbinamenti tra materie prime al fine di creare prodotti nuovi.

 

D: Che rapporti hai con il maestro Angelo Napoli?

C: Eccellente. Mi sta insegnando tante cose e soprattutto ripone in me tanta fiducia. Spesso mi lascia sola in laboratorio per la produzione e cerco di ricambiare con impegno e concentrazione.

 

 

 

D: Come giudichi l’esperienza con AssoAPI? Quanto la scuola ti ha aiutato?

C: AssoAPI mi ha dato l’opportunità di apprendere un mestiere cercando anche le migliori sedi stage. L’impegno, la passione, l’umiltà e la voglia d’imparare, mi hanno permesso di ottenere un contratto.

 

D: Cosa suggeriresti a chi vuole intraprendere la tua stessa strada?

D’impegnarsi  tanto, di continuare a studiare e crederci realmente perché puoi frequentare il miglio corso al mondo ma se non ci credi, se non sei partecipe e coinvolto in quello che fai, non raggiungi i risultati. 



 

Questo sito usa i cookies anche di terze parti per migliorare la tua navigazione e per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

      Maggiori dettagli