• Pane e salute: i panettieri del Friuli produrranno un pane a basso contenuto di sale

altIn Friuli Venezia Giulia il panettiere diviene portabandiera di un corretto stile di vita grazie ad un imminente accordo con l'Assessore regionale alla salute.

 

Chi ha frequentato un corso per panettiere lo sa, la scelta degli ingredienti è fondamentale per la buona riuscita del prodotto finale. Ma chi produce un alimento come il pane, consumato quotidianamente ed in quantità da tutti gli italiani può fare di più: lo hanno compreso i panettieri del Friuli e l'assessorato regionale alla salute che dopo un anno di trattative sono in procinto di firmare, entro la fine di settembre, un accordo che consentirà ai panificatori locali di offrire ai propri consumatori un pane a basso contenuto di sodio, inferiore all'1,8 per cento del peso. L'accordo recepisce le indicazioni fornite dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri con l'attivazione del progetto “Guadagnare salute: rendere facili le scelte salutari” che mira a prevenire rischi alla salute attraverso l'adozione di corretti stili di vita e di alimentazione. Si tratta di un gesto davvero semplice, ma in grado di aiutare a prevenire patologie importanti come l'ipertensione e le malattie cardiovascolari, anche attraverso una campagna di sensibilizzazione che partirà subito dopo la firma dell'accordo e che servirà a far conoscere ai cittadini il nuovo pane. Anche le amministrazioni locali saranno chiamate ad intervenire introducendo il pane a basso contenuto di sodio nelle mense di loro competenza come, ad esempio, quelle scolastiche.

Insomma un modo per tutelare la salute e per valorizzare il lavoro del panettiere

 

 



 

Questo sito usa i cookies anche di terze parti per migliorare la tua navigazione e per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

      Maggiori dettagli